Coworking

Coworking

Il coworking, un sistema di lavoro sempre più diffuso che risponde all’esigenza di lavorare con il proprio portatile connesso a Internet, avendo a disposizione una postazione di lavoro, la possibilità di utilizzare telefono e fax e l’opportunità  di condividere e scambiare le proprie idee e storie lavorative con gli altri professionisti e imprenditori. Questi ultimi infatti spesso subiscono gli effetti dell’isolamento del lavoro in casa, dove i contatti con altri si limitano a scambi di emails e colloqui telefoni. Per tali ragioni, aree lavorative condivise con altri lavoratori autonomi possono facilitare l’interazione con altre persone che hanno le stesse esigenze.

Il vantaggio di lavorare in un ambiente, una community, dove ci si può confrontare con altri è la possibilità di avere ispirazioni creative, l’opportunità di creare nuovi progetti comuni. Gli spazi per il coworking sono attrezzati con postazioni di lavoro, connessioni wlan o lan, stampanti, fax e copiatrici e tutto ciò che può essere utile per il proprio lavoro. In alcuni centri, per aumentare la possibilità di relazionarsi ad altri, mancano i divisori tra le postazioni, oppure sono disponibili grandi tavoli dove si lavora in condivisione.

Il coworking è un modo di lavorare che si svolge in ambienti di lavoro condivisi, spesso un ufficio, mantenendo ciascun membro un’attività indipendente dagli altri. Diversamente dal tipico ambiente d’ufficio, i partecipanti al coworking non sono in genere impiegati nella stessa impresa. Il Coworking è attraente per freelance, imprenditori autonomi e professionisti che lavorano a casa, persone che sono spesso in viaggio di lavoro e che finiscono per restare isolati. Operare in un coworking significa lavorare in una community, un gruppo di persone che lavorano in modo indipendente, ma che condividono dei valori e sono attratti dalla sinergia che si genera a contatto con persone di diverso talento. Gli spazi di coworking spesso sono stati la base operativa di imprenditori online, che cercavano un’alternativa ai bar e i caffè, o all’isolamento in un ufficio proprio o a casa. Del resto è evidente la sensazione di rimanere isolati e di perdere contatti con altri che si ingenera nel lavorare a casa. Il coworking è una formula di laviro che supera il problema dell’isolamento, che tanti lavoratori autonomi e freelance sperimentavano lavorando in casa, mentre allo stesso tempo evita le distrazioni dell’ambiente casalingo.

Il modello di lavoro “coworking” è praticato in forme più o meno spurie in altri ambienti, come incubatori e acceleratori di impresa, business center e centri uffici arredati,] nella misura in cui si realizza una community e un processo sociale, collaborativo e informale] con dinamiche simili a quelle cooperative, tra cui la focalizzazione sulla comunità piuttosto che sul profitto. Spesso i coworkers sono anche partecipanti ad attività connesse alle tecnologie open source.

Caratteristica essenziale del coworking non è lo spazio fisico, ma la community, infatti è essenziale costruire unacomunità di coworking prima di aprire uno spazio coworking, anche mediante eventi che siano capaci di attirare persone con affini sensibilità e valori. L’organizzazione di eventi di coworking casuale, come i Jelly, gli interessati possono sperimentare i vantaggi del coworking e conoscersi reciprocamente, abbassando le barriere per entrare nello spazio di coworking. Frequentemente promotori di community di coworking sono startup innovative, grazie ai ridotti costi di avviamento e gestione del lavoro in uno spazio di coworking.

Coworking

Coworking

Tags: Coworking, coworker, community, freelance

Coworkingultima modifica: 2014-04-21T23:52:00+02:00da in_rada
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento