La rivoluzione Freelance

La rivoluzione Freelance

Il settore freelance è un grande business. Il 15 marzo cè stato il Freelance Day, giornata internazionale dei liberi professionisti celebrato da milioni di professionisti indipendenti in tutto il mondo, che hanno reso omaggio a coloro che amano la libertà e la flessibilità di chi è abituato a comandare la propria nave. La rivoluzione Freelance

Il mercato freelance sta crescendo e sta crescendo velocemente. Le ultime ricerche suggeriscono che tra il 20% e il 33%  della forza lavoro degli Stati Uniti è costituita da liberi professionisti e imprenditori indipendenti, rispetto al 6% nel 1989. Altre ricerche suggerisce che oltre il 60% delle imprese statunitensi conferiranno incarichi a liberi professionisti nel 2014, mentre circa il 20% delle aziende globali hanno esternalizzato o lavoratori esterni.

E’ una rivoluzione. I lavoratori indipendenti hanno bisogno di lavorare da qualche parte. Naturalmente, questo offre un’opportunità privilegiata per i settori dei business center e coworking. Anche quei liberi professionisti che hanno a casa una scrivania, sentono sempre più il bisogno di uscire per soddisfare i clienti, di creare una rete di relazioni, di visitare fornitori e di fuggire alla solitudine di lavorare soli a casa.

E’ inoltre chiara la tendenza all’aumento del lavoro mobile, di gruppi di lavoro dispersi sul territorio, di contratti di lavoro più flessibile e, naturalmente, del boom dei freelance. L’esigenza di una maggiore flessibilità e la capacità di lavorare senza pareti grazie all’avanzata della tecnologia mobile significa che questi mercati hanno spazio per crescere. E certamente stanno crescendo.

Occorre conoscere il modo in cui lavorano i freelance, perché se questa tendenza perdurerà, questi lavoratori indipendenti potranno riempire gli spazi coworking e di uffici arredati negli anni a venire. La rivoluzione Freelance

In USA un nuovo tipo di lavoratore è pronto a conquistare il mercato del lavoro. Autonomi e indipendenti, questa nuovo tipo di lavoratore è anche un imprenditore ibrido, che controlla il proprio calendario, visita i clienti e ha un proprio ufficio.
Anche se liberi professionisti e imprenditori indipendenti sono da sempre esistiti, l’ascesa del cloud computing ha reso iil lavoro indipendente da casa molto più semplice. Recenti studi stimano che tra il 20 e il 33% forza lavoro USA è costituita da liberi professionisti e imprenditori indipendenti. Nel 1989 lavoratori indipendenti erano solo il 6% della forza lavoro; ciò significa che la quota di mercato per i liberi professionisti è aumentato almeno tre volte in poco più di due decenni. Anche se questa tendenza sta mostrando segni di rallentamento,  è stato rilevato che che oltre il 60% delle imprese statunitensi conta di lavorare con liberi professionisti nel 2014.

Tags: La rivoluzione Freelance

La rivoluzione Freelance

La rivoluzione Freelance

La rivoluzione Freelanceultima modifica: 2014-04-27T08:23:09+02:00da in_rada
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento