Startup

Startup

La Legge 221/2012, che ha convertito il Dl Crescita 2.0, ha introdotto nel nostro ordinamento la definizione di nuova impresa innovativa, la startup. Per le startup innovative è stato normato un quadro di riferimento che interviene su materie come la semplificazione amministrativa, il mercato del lavoro, le agevolazioni fiscali, il diritto fallimentare.
Tali norme mirano a trasformare l’Italia un Paese più ospitale per le nuove imprese innovative, le startup, di qualunque settore (digitale, industriale, artigianale, sociale, commerciale, agricolo e così via). Il tentativo è di innescare un’inversione di tendenza nella attuale decrescita economica e aumento di disoccupazione, in particolare giovanile. Ma significa anche spingere affinché il nostro Paese diventi più veloce e dinamico, capace di tornare a scommettere sulle sue energie migliori.
Le misure toccano tutti gli aspetti più importanti del ciclo di vita di una startup, dalla nascita alle fasi di crescita, sviluppo e maturazione, cercando di porre l’Italia all’avanguardia nel confronto con gli ordinamenti dei principali partner europei.
Si cerca di campiare il punto di vista sull’innovazione, trasformandola in un motore economico, sociale e culturale per il futuro del nostro Paese. Un futuro nel quale l’innovazione, fattore chiave per lo sviluppo economico, entrerà nella quotidianità degli italiani e sarà il paradigma delle politiche economiche miranti alla crescita. Un futuro nel quale a chiunque, giovane e non giovane, sarà concessa l’opportunità di trasformare il proprio talento in iniziativa imprenditoriale. Il futuro di un Paese che incarna il progresso e che vanta una cultura del rischio diffusa. Un Paese caratterizzato da una maggiore mobilità sociale; dove i luoghi dove si genera la conoscenza, le scuole, dialogheranno maggiormente con i luoghi in cui essa trova concreta applicazione, le aziende. Un Paese dove siano radicate la cultura del merito e della trasparenza, dove fallire non sia più un’odissea né un’onta, dove le politiche siano in grado di auto-valutarsi e, laddove si rivelassero infruttuose, correggere il proprio corso.
La sezione speciale del Registro delle Imprese dedicata alle startup, con il report delle società iscritte aggiornato con periodicità settimanale, testimonia che centinaia di imprese sono impegnate attivamente nella creazione di un ecosistema maggiormente favorevole all’attività imprenditoriale.

Startup

Startup

Tags: Startup, startup innovativa, impresa innovativa, normativa startup, agevolazioni startup

Startupultima modifica: 2014-05-05T18:02:43+02:00da in_rada
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento